Area Riservata

Password dimenticata?

News · OSPITI D'ARTE

02/03/18

Conferenza stampa: venerdì 2 marzo, ore 16 Inaugurazione venerdì 2 marzo, ore 17

 

Organizzata dalla Fondazione Ca’ di Industria in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Como, la mostra “Ospiti d’arte. Artisti dalla Ca’ d’Industria”, proposta nello spazio espositivo di San Pietro in Atrio a Como, chiude le celebrazioni dei 200 anni di attività di questa benemerita Istituzione della città che da due secoli si occupa di chi rimane ai margini, rischia la solitudine, l’affanno, l’esclusione.

 

La lunga storia della Ca’ d’Industria è fatta - oltre che dai suoi fondatori e dai benefattori, amministratori e operatori che si sono succeduti - soprattutto dagli ospiti che negli anni l’hanno vissuta.

 

Ospiti di varia estrazione e di varia cultura, tra cui non sono mancati e non mancano personaggi interessantissimi per le vicende personali, per le esperienze artigianali e imprenditoriali, per le attività culturali e artistiche. Molti sono gli ospiti passati nelle sedi della Fondazione Ca’ d’Industria e numerosi quelli attualmente presenti che hanno operato con impegno nel mondo dell’arte.

 

Alcuni in modo professionale, sviluppando attorno e dentro l’arte la loro esperienza di vita, altri vivendola in modo libero, ma impegnato e qualificato, come espressione compiuta di sé e delle proprie più intime sensazioni.

 

Queste considerazioni stanno alla base della decisione di proporre alla città, dopo un’attenta selezione, lavori d’arte che alcuni degli ospiti in tempi di piena attività hanno realizzato sia in ambito pittorico che scultoreo.

 

Appare sorprendente scoprire come spesso l’azione discreta di molte di queste persone in ambito artistico sia rimasta confinata, pur in presenza di valori particolarmente significativi, dentro gli ambiti famigliari o delle amicizie più strette.

 

L’arte, da molte di esse, è stata considerata come puro completamento del proprio modo di essere e non come occasione per apparire o per emergere, nel semplice appagamento di una propria capacità che avrebbe potuto rimanere compressa e inespressa.

 

Il recupero di queste opere permette di dare luce e vita a quel mondo sotterraneo di talenti che in una società come la nostra rischiano di essere confinati per sempre nell’oscurità di una riservatezza che può essere comprensibile e anche apprezzabile ma che rischia di sottrarre alla visione di tutti noi lavori che meritano una considerazione e un apprezzamento capaci di arricchire il nostro modo di vedere e di pensare.

 

In qualche caso poi si avrà l’occasione di conoscere il lavoro, lungo, paziente e appassionato, condotto per anni da figure la cui professionalità e qualità artistica hanno interessato il mondo intero, ma sono passate quasi inosservate nel nostro territorio, complice probabilmente la passione che legava strettamente l’artista al proprio impegno creativo e non lasciava spazio a distrazioni o a operazioni di comunicazione del proprio fare.

 

La mostra ha comunque l’ambizione di sottolineare che la Fondazione Ca’ d’Industria ha a cuore i propri ospiti nella complessità della loro situazione presente senza dimenticare però di dar valore alla loro storia e alle esperienze importanti della loro vita.

 

Artisti e opere L’esposizione, curata da Luigi Cavadini, presenta lavori di dodici artisti in una carrellata esemplificativa di una produzione che per alcuni di essi è stata contenuta mentre per altri molto ampia, tanto da poterne dare solo un piccolo assaggio. Molto diverse sono le tecniche e i materiali usati, secondo sensibilità dalle formazioni differenti e dalle esigenze espressive multiformi.

 

Prevale naturalmente l’opera di tradizione - il paesaggio, la natura morta, il ritratto - ma non manca la fantasia e la creatività di chi trova nell’astrazione la possibilità di raccontare un mondo inventato o sognato.

 

Così si passa dai colori tenuti di certi acquerelli a quelli brillanti di alcune tavole e di importanti lavori su carta di carattere geometrico e spaziale, per arrivare a interventi plastici particolarmente significativi nel campo della medaglistica a livello mondiale. 

 

 

A corredare la visita ci sarà il video realizzato dai nostri allievi del corso Audiovisivo e Multimediale del Liceo Artistico, delle classi quarta e quinta.

 

 

GLI ARTISTI

Luisa ALBERTINI Cesare CADENAZZI Giulio CARNELLI Graziano DELL’ORTO Raimondo GALDINI Giuliana MARCHETTI Giuseppe MIGLIETTA Marisa PANZERI Maria Lia PICCININI Miretta Rizzi MIARI Anna SACERDOTI Maria Teresa TOSI





ORIENTAMENTO 2018-2019

Scopri tutte le nostre attività di orientamento