Area Riservata

Password dimenticata?

RAFTING

News · 01/07/22

L'esperienza per il Liceo Sportivo e Istituto Aeronautico



E chiaro nella valle il fiume appare... (Umberto Saba) 
Le suggestioni letterarie fanno del fiume la metafora perfetta della vita, un flusso  placido e lento, una corrente tumultuosa, un vortice che fa paura... e poi di nuovo la  corrente a favore che rende facile procedere senza sentire la fatica. Questa volta però agli studenti del biennio dell’Aeronautico e della seconda Liceo  scientifico Sportivo non hanno fatto compagnia né Ungaretti né Huckleberry Finn ma  solo le emozioni di una spettacolare giornata en plein air a sfidare le rapide dell’Adige  sotto la guida di istruttori esperti e docenti in trepidazione. 
Chi meglio della voce di questi arditi equipaggi può raccontare l’avventura? Ascoltiamola! 
 
 
A fine scuola tredici ragazzi della 82A accompagnati da due coraggiose professoresse, Colombo e Zaffaroni, sono partiti per andare sul fiume Adige e provare  l’esperienza mistica del rafting. 
Sapete che cos’è il rafting? Nel caso lo ignoriate, riporto una breve spiegazione: è uno  sport che si pratica esclusivamente outdoor, lungo torrenti che attraversano boschi e  catene montuose; è una disciplina che implica la discesa a velocità variabile di fiumi e  torrenti, a bordo di un canotto (chiamato raft) in grado di ospitare 6/7 persone. 
Arrivati a destinazione nella zona del Valpollicella, abbiamo assistito a una descrizione  dei movimenti da effettuare, delle posizioni da assumere all’interno del raft e dei  comandi che ci sarebbero stati impartiti.  
Siamo quindi stati divisi in gruppi e abbiamo portato i raft sull’Adige, pronti a  gareggiare; ovviamente insieme ad ogni gruppo c’era un esperto che direzionava, in  modo da non farci vivere il brivido di testare da subito la temperatura dell’acqua. Prima di partire abbiamo fatto una bellissima foto ricordo ai professori, così, non si sa  mai...... Prevenire è meglio che curare, diceva così il proverbio, giusto? Il viaggio inizialmente è stato panoramico e molto tranquillo, finché gli occupanti di un raft non hanno avuto la brillante idea di dare il via a una grande ed entusiasmante e  faticosissima battaglia navale: acqua che schizzava ovunque, non un singolo indumento  asciutto, spruzzi, palate d’acqua lanciate coi remi, urla di incitamento o sfottò. Abbiamo  anche attraversato una sorta di Canyon e lì l’arietta era frizzantina e ci ha trasformato in “gustosi” ghiaccioli. 
Siamo riusciti a parcheggiare i raft e ad effettuare una faticosa camminata che ci ha  portati in altura a visitare un forte costruito dagli austriaci durante l’occupazione del  Lombardo-Veneto: qui, davanti a panorami suggestivi o all’ombra di antri abbandonati,  abbiamo consumato il pranzo al sacco. 
Dopo qualche volo di pipistrelli disturbati dalla nostra presenza abbiamo fatto ritorno  all’imbarcazione per solcare ancora un po’ le acque dell’Adige. 
Devo dire che stavolta il fiume era un po' agitato e molte persone hanno rischiato di  cadere; addirittura un ragazzo di seconda aeronautico si è tuffato volontariamente per  farsi un bagnetto nella cosiddetta “morta”, cioè la zona di fiume senza corrente.
Il parcheggio è stato difficoltoso anche perché due nostre compagne, Alessia e Giada,  hanno osato utilizzare l’imbarcazione piccola a due posti e abbiamo dovuto prestare  attenzione a non farle finire in acqua. 
Inutile dire che eravamo fradici fino al midollo e che per salire in pullman ci siamo  dovuti cambiare! 
Le guide si sono complimentate con noi e questo ci ha fatto molto piacere. L’esperienza del rafting è finita qui e l’albergo a Verona, con tanto di gigantesca piscina,  era lì ad attenderci: ma questa è un’altra storia. 
Eleonora Raineri, 82A
 
Questi due anni sono stati segnati dal COVID e tra una restrizione e l'altra le possibilità  di fare una gita non ci sono mai state. Questa volta però, abbiamo trovato l'occasione  di conoscerci bene, senza aver l'obbligo di parlare di scuola. Abbiamo anche potuto  incontrare persone nuove grazie alla presenza delle seconde dell'ITAER e dello Sportivo.  È stata importante anche la presenza dei professori, con i quali ci siamo divertiti al  massimo. Infine, l'esperienza sportiva, il rafting, è stata veramente interessante,  perché non essendo uno sport comune, per quasi tutti noi era la prima volta. Insomma,  due giorni di felicità. 
Jacopo Grenot 21A
 
Questi due giorni passati in compagnia mi hanno fatto comprendere come il passare il  tempo insieme leghi le persone. Il primo giorno durante l’attività sportiva ho appreso  che l’unione fa la forza, infatti se ognuno pagaiava per conto proprio il gommone non  si muoverà alla stessa velocità di quando tutti erano in sincronia. Durante queste  attività ho avuto l’occasione di socializzare, soprattutto con i professori, che si sono  rivelati molto simpatici e disponibili a intraprendere delle conversazioni che  non interessavano la scuola. Abbiamo percorso la città storica di Verona, facendo  un’attività che ha appassionato molti, la caccia al tesoro.  
Thiruni Seneviratne 22A 
 
E noi docenti cosa possiamo aggiungere? I nostri ragazzi hanno già detto tutto!  A loro va il nostro grazie per averci permesso di conoscerli fuori dalla quotidianità  scolastica, per averci dimostrato di quanta forza e determinazione siano capaci e per  quel po’ di commozione che qualcuno di loro ci ha regalato. 
Forse è stata di più di una semplice remata........ 
 
Nello stesso fiume scendiamo e non scendiamo; siamo e non siamo. (Eraclito)




ORIENTAMENTO 2022-2023

Scopri tutte le nostre attività di orientamento

Centro Studi Casnati

Cambridge International School
Centro Studi Casnati

Cambridge International School

Il Centro Studi Casnati raggiunge un prestigioso traguardo internazionale e diventa una Cambridge International School. La storica Università di Cambridge ha selezionato il nostro istituto che diventa una delle 50 scuole riconosciute in Italia. Gli studenti del Casnati si immergeranno in un percorso didattico che consentirà una crescita personale e formativa di respiro internazionale, con un curriculum che diventerà ancora più autorevole e prestigioso.

Scopri di più