Area Riservata

Password dimenticata?

News · ENJOY COMO

19/06/19

Come ogni anno, nel mese di giugno, abbiamo il piacere di poter vedere nelle edicole della città una nuova copia della rivista Enjoy Como, edita dal gruppo editoriale del quotidiano La Provincia, che vede il supporto linguistico del nostro Liceo.
 
Con oltre 50 articoli tradotti in inglese e più di 10 approfondimenti, i giovanissimi studenti del Centro Studi Casnati collaborano attivamente della rivista dedicata al turismo made in Como.
 

 
 

"Sono molti i ragazzi del Liceo Linguistico che scelgono una struttura ricettiva – grande o piccola che sia – per la loro prima esperienza di alternanza scuola-lavoro. E’ ovviamente nostra cura assicurarci che il ruolo che andranno a ricoprire sia congruo con il loro percorso scolastico. Un albergo offre loro la possibilità non solo di utilizzare le lingue oggetto di studio, ma anche di rafforzare quelle competenze trasversali sempre più apprezzate e richieste in ambito professionale. Altri nostri studenti scelgono invece di fare alternanza presso i golf-club, o le grandi ville aperte al pubblico, o ancora i musei presenti sul territorio. Per nostra precisa scelta insistiamo affinché svolgano ameno 200 ore – 5 settimane consecutive – presso la realtà prescelta, al fine di poter effettivamente capire la natura del lavoro, come sia organizzata la struttura, quali siano i compiti  e le funzioni degli altri membri dello staff. Ovviamente la formazione vera e propria avviene, diciamo, ‘sul campo’. E’ comunque importante assicurarsi di fornire agli studenti gli strumenti e le conoscenze necessarie affinché possano trarre pieno beneficio dall’esperienza di alternanza scuola lavoro.

Ecco dunque che un lavoro come la traduzione di “Enjoy Como” risulta estremamente utile e occasione imperdibile per iniziare a capire le logiche che informano ogni scelta nelle strutture ospitanti. La lettura degli articoli che dovranno tradurre permette inoltre agli studenti di acquisire preziose informazioni sul nostro territorio che da lì a poco potranno a loro volta fornire agli ospiti degli hotel: quali eventi consigliare, dove fare shopping esperienziale, dove andare per  vedere cavalli allo stato brado, quale possa essere la meta ideale per una giornata all’insegna del divertimento per una famiglia con bambini piccoli … Cosa ancora più importante il lavoro per “Enjoy Como” aiuta i nostri ragazzi a capire le dinamiche del settore turistico e come lo story-telling, con la sua capacità di coinvolgere sul piano emozionale, sia diventata la forma più efficace di destination marketing.

Sono quindi convinta che la collaborazione con La Provincia, i corsi di specializzazione nell’area turistica che il nostro liceo linguistico offre a partire dal terzo anno e l’alternanza scuola-lavoro siano elementi decisivi nello spingere vari dei nostri ragazzi a scegliere di proseguire gli studi nel campo turistico, a volte optando per scuole di specializzazione di alto profilo per diventare direttori d’albergo."

prof.ssa Vanna Bullock

 


 

 

"Saper narrare un territorio è forse il più potente strumento di marketing turistico a nostra disposizione. Il lago di Como viene raccontato come immerso nel verde, un luogo  in cui sogni e realtà si fondono , ricco di percorsi silenziosi (e non) e paesaggi pittoreschi. Non si parla di un lago qualunque, ma di un lago unico al  mondo, capace di regalare incanto, magia e mistero. È il posto ideale per rilassarsi, é il luogo dove, ammirando l’orizzonte, le parole mancano e il silenzio si fa voce narrante, infranto solo dallo sciabordio dell’acqua contro i pontili. E’ la meta ideale per chi vuole allontanarsi dai ritmi frenetici del vivere quotidiano e abbandonarsi all’andamento lento dell’estate. Sulle sue sponde storia e architettura si incontrano in perfetta armonia dando vita a forme e colori che si traducono in un’esperienza quasi mistica. Eppure non mancano l’esclusività e il glamour delle innumerevoli ville e degli alberghi e ristoranti di tendenza che rendono questo luogo meta che attrae turisti da ogni angolo del mondo. È perla rara che riluce di cultura e conoscenza, richiamo irresistibile per chi vuole compiere un viaggio di all’insegna della curiosità. E’ luogo dalle infinite sfaccettature. E se al mattino dominano la calma e la pace e lo sguardo si perde sulla superficie che sembra non avere fine, è al tramonto che questo  luogo da il meglio di sé, con sfumature color pastello che passano dall’arancione, al rosso, al viola, facendosi sempre più rarefatte fino al calare della notte."

Giorgia Borroni Trebbi e Anna Palmieri

 


 

Se da tempo il Lago di Como è meta turistica di grande appeal grazie ai suoi panorami spettacolari, alle sue ville incantevoli e, ovviamente, alla sua storia, è altrettanto vero che è cambiata la tipologia dei visitatori che richiama anno dopo anno. Ho avuto conferma di ciò leggendo il dossier dedicato da “Enjoy Como” agli alberghi presenti sul territorio, all’interno di un progetto che vede la mia scuola, il Liceo Linguistico Casnati, collaborare oramai da anni con ‘La Provincia per la traduzione dei suoi magazine.

Il crescente numero di stranieri – compresi svariati personaggi importanti nel mondo del cinema, della moda e del calcio – ha di fatto portato a una crescita del turismo di lusso sulle sponde del nostro lago, come peraltro dimostrato dalla recente apertura di vari resort di lusso e di nuovi alberghi a 5 stelle.

Sono turisti più esigenti rispetto al passato e hanno aspettative più alte, pur rifuggendo l’ostentazione e la visibilità, motivo per cui tendono a privilegiare visite private di monumenti e musei. Sono peraltro turisti più consapevoli, molto interessati alle specialità enogastronomiche del territorio, che diventano per loro strumento di conoscenza della cultura locale. Ciò induce ovviamente gli operatori del settore ad offrire sempre più spesso prodotti biologici e a km 0 nei loro menu.

Ad attirare questi turisti è soprattutto il concetto dell’ “Italian way of life”, che – ne sono sicuro – continuerà ad essere motore propulsore del turismo sul Lario per molti anni a venire.

 

Mario Ambroggio

 


 

Hanno affiancato la prof.ssa Vanna Bullock, coordinatrice di progetto, la prof.ssa Alessandra Franzini, interprete, docente di inglese e di interpretariato e la prof.ssa Claudia Poltronieri,
mediatrice, docente di inglese e di inglese per il turismo.

Classe 3a Linguistico: Jiselle Elika Arcio, Silvia Bevilacqua, Giorgia Borroni Trebbi, Diana Corti,
Mosé Dagani, Andrea Matilda Grazi, Martina Marsala, Julia Molinari, Jacopo Morgillo, Anna
Palmieri, Vanessa Perez, Sofia Rubbo, Mattia Trabattoni

Classe 4a Linguistico: Mario Ambroggio, Lisa Bianchi, Matilde Biondi, Francesca Castelli, Ilaria
Castelli, Matteo Ambrogio Dell’Orto, Andrea Favaretto, Gabriel Guldenfels, Lucia Lietti, Marta
Mauri, Leonardo Mazza, Emanuele Pezzotta, Elisa Riva

Classe 5a Linguistico: Francesca Panteghini, Ginevra Redaelli, Marco Ronchetti, Noemi Rosa

Le classi coinvolte sono del Liceo Linguistico Traduttori e Interpreti e Liceo Linguistico trilingue con area di indirizzo interpretariato.

 

Leggi gli articoli apparsi su La Provincia di Como

 

 
 
 




ORIENTAMENTO 2018-2019

Scopri tutte le nostre attività di orientamento