Area Riservata

Password dimenticata?

EDUSCOPIO 2019: Alberghiero ancora in vetta

News · 19/11/19

Alberghiero si conferma eccellenza del territorio.



L'Alberghiero ancora in vetta.
Come ormai avviene da qualche anno, l'Alberghiero è primo assoluto in classifica in provincia di Como per la capacità di garantire un posto di lavoro coerente con il percorso di studi fatto.
Non solo: in questa classifica è addirittura al secondo posto assoluto, a 2,8 punti dal primo, tra tutti i Professionali (Servizi) in Lombardia.
 
È un dato molto importante: significa che l'Alberghiero del Casnati porta con un dato impressionante (83,3%) i propri studenti a sbocchi professionali coerenti con il percorso di studi fatto.
 
Perché, diciamoci la verità, nessuno si aspetta di fare l'Alberghiero e andare a fare poi il tornitore o il dirigente di una grande azienda.
 
Questo è motivo di grande soddisfazione per noi e la migliore prospettiva possibile per i nostri ragazzi.
 
I risultati conseguiti dai nostri diplomati, ormai nel mondo, testimoniano la vocazione all'eccellenza; rappresentata, solo per citare gli ultimi riconoscimenti, dalla stella Michelin conferita ad uno dei più giovani chef ad averla ricevuta; oppure dalla recente celebrazione dei più influenti chef con meno di 30 anni, dove il Casnati è rappresentato da ben 3 chef sui 30 totali selezionati su tutto il territorio nazionale.
 
Un ulteriore commento sulla classifica di Eduscopio è che nell'ultimo anno davvero tanti diplomati sono andati a lavorare in strutture all'estero (Australia e Stati Uniti) e, nonostante ciò sia motivo di vanto per noi, purtroppo questo dato non viene tracciato dalla classifica (e quindi ci penalizza), che si limita ad impieghi sul territorio nazionale.
 
La classifica ci dice che servono in media 171 giorni ad un nostro diplomato per avere un contratto dilavoro significativo e che il 70% a due anni del diploma ha (o ha avuto) un contratto; invece un ulteriore 16% ha continuato all'università (e in alcuni caso continuando a lavorare). Per completezza di dati: il rimanente 13% è suddiviso tra diplomati impiegati all'estero, università straniere, altra formazione non universitaria e in cerca di occupazione.
 

 
Rispetto alle classifiche degli altri istituti: 
 
sull'Aeronautico: come ogni anno, specifichiamo che questo è un indirizzo INCOMPATIBILE con queste classifiche. Purtroppo la maggior parte dei diplomati si avvia verso una carriera professionale che prevede gavette molto lunghe con prassi di ingaggio nelle compagnie aeree che non prevedono contratti di lavoro ordinari. Quindi questo percorso non viene ovviamente rilevato dalla classifica, che monitora solo i primi due anni dopo il diploma. A titolo d'esempio, la maggior parte dei nostri studenti, ora comandanti/primi ufficiali in compagnie aeree (di linea o private), hanno impiegato cinque/sei anni prima di essere "assunti" dalle compagnie stesse, pur lavorando per le stesse. Perché l'iter consolidato prevede che i candidati lavorino sui simulatori di compagnia per acquisire brevetti specifici sui loro velivoli prima di diventare ufficialmente operativi.
 
- sull'Artistico: il Liceo Artistico è un istituto che non viene rilevato (in tutta Italia) da Eduscopio perché, per stessa dichiarazione dell'ente promotore, non raccolgono i dati delle Accademie di Belle Arti o delle scuole post-diploma. Quindi nessun Liceo Artistico ha ambiti di valutazione su Eduscopio.
 
sul Linguistico: si conferma mediamente sui parametri di riferimento dei risultati delle scuole della Provincia. Purtroppo l'analisi tiene conto solamente della media dei voti e dei crediti ottenuti all'Università. 
Noi preferiamo concentrarci su un altro parametro rilevato e che ribadisce ancora una volta l'ambizione qualitativa e formativa; la rilevazione dice infatti che adottiamo "parametri selettivi rigorosi"; e ne siamo fieri. 
Perché testimonia la ferrea volontà di dare agli studenti una forte specializzazione e richiedere loro impegno e dedizione; e questo tramite il curriculum in ore dedicate alle lingue straniere di oltre il 25% superiore a quello della scuola pubblica; e tramite esperienze dirette, operative con realtà/istituzioni che coinvolgono direttamente gli studenti nell'uso delle lingue straniere. 
A titolo d'esempio, il Linguistico del Casnati è l'unica scuola in Italia a cui è affidata la traduzione in inglese di ben due testate giornalistiche (di oltre 200 pagine ognuna), regolamente in vendita sul mercato. Oppure collabora fianco a fianco con istituzioni internazionali prestigiose, come ad esempio TED per la preparazione e la sbobinatura degli speech dei relatori e relativa traduzione in lingua inglese.
 
 
Inoltre, una larga parte dei diplomati entra direttamente nel mondo del lavoro e/o continua a studiare, pur lavorando. Anche questo dato purtroppo non viene rilevato dalla classifica.
Ed è un vero peccato che queste caratteristiche così distintive ed esclusive non vengano rilevate. Ma comprendiamo che una classifica globale debba tenere in considerazione dei paramentri che tutte le scuole siano in grado di rappresentare: fortunatamente i dati reali, espressi dal mondo del lavoro, ci dicono che questo modello è vincente.
È necessario quindi sfatare il mito per cui un diplomato di un Liceo Linguistico possa solamente continuare gli studi all'università.
 




ORIENTAMENTO 2019-2020

Scopri tutte le nostre attività di orientamento